SEGUICI SU...

 

Chernobyl, il tributo del ProgettoHumus

GIOVANNI LAMI: PROGETTO FOTOGRAFICO "SOURCES"

Il progetto è stato realizzato con la collaborazione del ProgettoHumus tra aprile e maggio 2006, all’interno delle zone di esclusione contaminate dalle radiazioni dovute alla catastrofe di Chernobyl, avvenuta nell’aprile di vent’anni fa. Già da diversi anni affronto tutti i miei progetti personali in banco ottico, perché la scelta di questo mezzo mi permette anche di avere un diverso approccio alla realtà, più riflessivo. [NOTE SULL'AUTORE]
 


1. Inside a building, Prypiat – Ukraine

2. Inside an house, Rudnja Dudurskaja – Belarus

3. Griegory and his wife, Bartomomevka – Belarus
4. A storage, Prypiat – Ukraine 5. Inside an house – Belarus 6. Culture’s Palace, Prypiat – Ukraine

Lo sguardo aspetta, osserva l’asfalto e la carta, il legno e la ruggine, l’intonaco come disegno e texture. L’uomo è spesso assente e il territorio è ancora schiavo di questo tremendo disfacimento radioattivo, ma i segni della sua passata presenza sono ovunque: in una palestra, in un’aula scolastica, nel ferro e nel cemento. Dove le immagini invece ritraggono persone, allora esse sono gli interpreti principali, ma come in un reciproco scambio quell’ambiente, quella natura violata sembra essere lì presente e viva più che mai; è attorno a loro, è purtroppo dentro di loro.
 


7. Andrei, Exclusion zone – Belarus

8. A school room, Prypiat

9. Beseza – Belarus
10. Prypiat – Ukraine 11. Outside the fire station, Prypiat – Ukraine 12. Demianki – Belarus

Il nome “sources” è riferito sia a diversi aspetti della realtà fisica che ho documentato, sia al metodo utilizzato per mostrarla. Sources, sorgenti perché ho lavorato nelle zone più contaminate, nei paesi sfollati per primi dove già da diversi anni la gente, sta cominciando a re-insediarsi. Esistono due confini con presidi militari sia in Ucraina sia in Bielorussia, a trenta e a dieci chilometri di distanza dalla centrale, tutte le mie foto sono state realizzate entro questi limiti. Sources perché sono entrato anche nella ChNPP, la centrale nucleare vera e propria, dove tutto è nato e dove ancora lavorano diverse centinaia di persone (sebbene non si produca più energia) tra tecnici nelle sale controllo che ancora devono monitorare i vari parametri, operai che rinnovano e rigenerano continuamente tutte le strutture (compresi i sette chilometri lineari di crepe nel sarcofago del reattore numero 4) e moltissimi uomini dell’esercito e della polizia. Sources infine per la scelta stilistica della maggior parte delle mie immagini, dove negli ambienti mi piace spesso mostrare la fonte, la sorgente di luce; farla entrare da una finestra, da squarci nel muro o da fori nel soffitto, cercando di mettere così in comunicazione, da un punto di vista visivo, l’ambiente esterno e quello interno che ormai, in quei luoghi, fanno parte della stessa natura.

[CLICCA QUI PER PRENOTARE IL PROGETTO FOTOGRAFICO DI GIOVANNI LAMI]
 

13. Pavel (liquidator), Gomel – Belarus

14. Inside an house, Pirki – Belarus

15. Anna, exclusion zone – Ukraine
16. A bus station, Solneriy – Belarus 17. Inside a building (gas masks), Prypiat – Ukraine 18. Exclusion zone – Belarus
19. Kirill, Chernobyl Nuclear Power Plant – Ukraine 20. Inside a building, Pirki – Belarus 21. An old man suffering by radioactive diseases, Gomel – Belarus
22. A school bedroom, Prypiat – Ukraine 23. Exclusion zone – Ukraine 24. Exclusion zone – Belarus

25. Ivan, Rudnja Dudurskaja – Belarus

26. Zakruje – Belarus

27. The chemistry classroom, Prypiat – Ukraine

28. Nicolai, Rudnja Dudurskaja – Belarus

29. A swimming pool, Prypiat – Ukraine

30. A gym (basketball court), Prypiat – Ukraine

31. Inside Chernobyl Nuclear Power Plant – Ukraine
   
   

NOTE SULL'AUTORE: GIOVANNI LAMI
Nato a Ravenna il primo Maggio 1978.Conseguita la maturità tecnica s’iscrive al corso di laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari presso l’Ateneo di Bologna, dove nel 2004 si laurea. Ha frequentato nell’anno 2002-2003 il corso di fotografia del prof. Guido Guidi all’Accademia di Belle Arti di Ravenna e nell’anno 2004-2005 il corso di fotografia annuale presso l’Istituto Europeo di Design (IED) di Roma ottenendo il massimo dei voti. Vive e lavora a Roma.
Esposizioni selezionate:
2003
· I/O : Febbraio 2003, cripta Rasponi, Ravenna. - personale
2004
· Il sonno dei nuclei : 18 Settembre – 3 Ottobre 2004, sala espositiva Oriani, Ravenna - personale
· NoBorder 4 : Gennaio – Febbraio 2004, St.Maria Delle Croci, Ravenna.
2005
· f:8 – 8 fotografi si fanno strada : 11-28 Agosto 2005, Palazzo Marchesale, Matino (Lecce).
· Magma : 12-16 Settembre 2005, Acireale (Catania)
2006
· vincitore premio R.A.M. sezione fotografia.
Bibliografia:
· I/O : catalogo della mostra, testi di Loretta Zaganelli e Francesca Pagliuca.
· NoBorder 4 : catalogo della mostra
· Il sonno dei nuclei : catalogo della mostra, testo di Eraldo Baldini.

Giovanni Lami
cell: +393479822856
web site: www.giovannilami.it
e-mail: info@giovannilami.it

[CLICCA QUI PER PRENOTARE IL PROGETTO FOTOGRAFICO DI GIOVANNI LAMI]
:. INDICE - CHERNOBYL, IL TRIBUTO DEL PROGETTOHUMUS