LA CONTAMINAZIONE DI CHERNOBYL STATO PER STATO

L'analisi nel tempo e per regioni di appartenenza di diversi campioni e materiali, ha dimostrato come il fall out radioattivo, in seguito all'incidente nucleare di Chernobyl del 26.04.1986, abbia avuto ripercussioni su ampia scala sia in longitudine che in latitudine.
Qui di seguito, grazie all'autorizzazione degli autori, vengono riproposte, riordinate, ed in parte tradotte, le tabelle presenti sul sito Davistownmuseum.org nella sezione "Chernobyl Plume: country by country summary".
Gli stati sono elencati in ordine alfabetico inglese.

A-G
CLICCA LO STATO DESIDERATO

Austria
Bangladesh
Mar Nero (Black sea)
Bulgaria
Canada
Rep.Ceca (Czecho Rep.)
Danimarca (Denmark)
Estonia
Finlandia (Finland)
Francia (France)
Germania (Germany)
Grecia (Greece)
Groenlandia (Greenland)

Austria

PERIODO DI RILEVAZIONE CITTA' O ZONA ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
Maggio 1986 Vienna Concentrazione dell'aria Pu239,240 89 µBq/m3
30 Aprile 1986 Vienna Concentrazione dell'aria Cs137 9,700,000µBq/m3
30 Aprile 1986 Vienna Concentrazione dell'aria Ru103 62,500,000µBq/m3

La contaminazione da Cs137 e Ru ha preceduto di alcuni giorni quella da Plutonio.

Bangladesh

Dal New York Times: Specter of Chernobyl looms over Bangladesh (7/6/87)
".. il governo ha annunciato che una spedizione di 1,600-ton di latte in polvere proveniente dalla Polonia, contaminata in seguito dell'incidente nucleare di Chernobyl in Ucraina nel mese di aprile del 1986, ha mostrato livelli elevati di radioattività superiori ai 300 Becquerels.....è stata ritenuta essere inadatta per il consumo."

Mar Nero (Black Sea)

PERIODO DI RILEVAZIONE CITTA' O ZONA ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'

Estate 1986

Mar Nero Sedimento Ce144 12,000 Bq/kg
Estate 1986 Mar Nero Sedimento Ru106 12,600 Bq/kg
Estate 1986 Mar Nero Sedimento Cs137 1,900 Bq/kg

Il sedimento esaminato è stato prelevato ad una profondità di1.071 m. nella parte sud del Mar Nero.

  • Radionuclidi identificati in acqua: 134Cs, 137Cs, 144Ce, 141Ce, 106Ru,103Ru, 140La, 140Ba, 95N.B.: e 129Te.

  • La quantità di Cs137 presente nell’ acqua è risultata superiore di ben 20 volte a quella presente prima del disastro di Chernobyl (15 Bq/mdi Bq/m 3 – 3403)

Bulgaria

Dall' International Symposium OM2: Observation of the Mountain Environment in Europe, Borovets (Bulgaria), October 15-17, 1997.

"... la maggior ondata di contaminazione radioattiva raggiunse la Bulgaria nei primi 10 giorni del Maggio1986. Secondo le misurazioni disponibili, la radioattività media dell'aria in questo intervallo di tempo fu fra i 30 - 160 Bq/metro cubo. Il valore massimo fu registrato il primo maggio 1986; un secondo picco di radioattività fu registrato il 9 maggio 1986."

Canada

Fonte: Joshi, S.R. (1987). Early Canadian results on the long-range transport of Chernobyl radioactivity. The Science of the Total Environment

  • Il rapporto, di seguito presentato, dimostra l’elevato deposito pre Chernobyl  del Cs137 e dello Zn65 a causa dei test sotterranei sulle armi nucleari effettuati in Nevada il 10/04/86
  • Chernobyl fu caratterizzato da un relativo rilascio intermittente dei radionuclidi e da relativamente basse temperature, ma con un fallout pesante dalla troposfera. Nei test militari il fallout fu ad alte temperature con un trasporto più omogeneo nella stratosfera, con un tempo residenziale più lungo (1-10 anni) e con un fallout locale meno pronunciato.

Nel 1963 il massimo fallout registrato in Canada fu: 1.3 kBq m-2 (40-50° N)".

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O REGIONE ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
Maggio 1986 Ontario Centrale Pioggia Cs137 325 mBq/l

Fonte: On the transport of Chernobyl radioactivity to Eastern Canada. J. Environ. Radioactivity.

  • Tre ondate aeree di radioattività entrarono nella parte orientale del Canada (Quebec) rispettivamente il 6 ed il 14 maggio per via Artica ed il 25/26 maggio attraverso il Pacifico.
  • La flocculazione fu alta per Be7, Fe59, Nb95, Zr95, Ru103, Ru106 and I131, intermedia (40-60%) per La140, Ce141 e Ce144 e bassa (25% e meno) per Mn54, Co60, Zn65 e Ba140, e variabile per Cs137 (50-90%).
  • I tassi d’attività dei prodotti di Chernobyl furono praticamente identici nei campioni di acqua, di fiumi e d’aria.

Ex Cecoslovacchia

Fonte: Kliment V. e Bucina I. (90/91). Contaminazione del maiale e degli alimenti in Cecoslovacchia dai radioisotopi del Cesio dall'incidente di Chernobyl.

  • I maiali si contaminarono subito dopo l’incidente di Chernobyl in seguito all’introduzione nell’alimentazione di siero di latte in sostituzione dei cereali non contaminati del 1985.
  • I valori medi di Cs137 nei maiali  nel maggio 1986-Luglio 1987 furono di 15-25 Bq/kg.
  • I valori medi nel 1986 del Cs137 nel frumento furono di 16 Bq/kg; nell' orzo di 7.2 Bq/kg

 

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O REGIONE ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
Valori medi
Giugno 1986 Cecoslovacchia Latte per alimentazione pediatrica Cs137 110 Bq/l
Giugno 1986 Cecoslovacchia Latte per alimentazione pediatrica Cs134 55 Bq/l
Giugno 1986 Cecoslovacchia Maiale Cs137 45 Bq/kg

I valori medi in tutti i campioni alimentari sono diminuiti gradualmente nel corso dei due anni successivi, per esempio: latte per alimentazione pediatrica +/- a 3.0 Bq/l.

NORD EUROPA

Danimarca

Stime del contenuto di Cs137 negli alimenti principali della dieta umana nel 1993

TIPO DI ALIMENTO QUANTITA' ANNUALE IN KG Bq Cs137 per kg Tot Bq Cs137 % di Bq Cs137 negli alimenti
Latte e crema 164.0

0.067

10.99

9.5

Formaggio

9.1

0.048

0.44

0.4

Prodotti dei cereali

80.3

0.100

8.01

6.9

Patate

73.0

0.046

3.36

2.9

Verdura

43.8

0.020

0.88

0.8

Frutta

51.1

0.019

0.97

0.8

Carne

54.7

0.23

12.58

10.8

Uova

10.9

0.030

0.33

0.3

Pesce

10.9

6.74

73.5

63.1

Caffè e Tè

5.5

0.95

5.23

4.5

Acqua potabile

548

0

0

0

Totale

 

 

116.29

 

Fallout annuale e cumulativo (Bq 137Cs m-2) in Danimarca

  DANIMARCA JUTLAND ISOLE
Anno Qta ann. Qta cumul. Qta ann. Qta cumul. Qta ann. Qta cumul.
1986

1210.000

3725.984

1340.000

4137.847

1080.000

3314.232

1987

29.000

3669.280

32.000

4047.674

26.000

3263.994

1988

11.900

3597.161

13.400

3994.768

10.300

3199.562

1989

3.500

3518.480

4.510

3907.998

2.530

3129.007

1990

2.63

3440.744

3.85

3822.564

1.41

3058.968

1991

1.63

3363.805

1.92

3737.194

1.36

2990.480

1992

0.98

3287.987

1.17

3653.041

0.79

2922.994

1993

0.96

3213.881

1.39

3571.026

0.53

2856.796

Estonia

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O REGIONE ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
1986 Estonia Deposito al suolo Cs137 40,000Bq/m2

La distribuzione delle radiazioni di Chernobyl in Estonia è estremamente disomogenea

Finlandia

Fonte: Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety. (1986). Second interim report radiation situation in Finland from 5 to 16 May 1986. Report No. STUK-B-VALO 45. Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety, Helsinki.
Questo rapporto contiene una lista delle restrizioni consigliate, compreso l’utilizzo di maschere per la lavorazione delle coltivazioni al suolo.

PERIODO ZONA ELEMENTO SOSTANZA DOSE
6/7 Maggio 1986 Finlandia Deposito al suolo 137Cs 40,000 Bq/m2
6/7 Maggio 1986 Finlandia Deposito al suolo 134Cs 24,000 Bq/m2
6/7 Maggio 1986 Finlandia Deposito al suolo 140La 16,000 Bq/m2

Fonte: Ilus, E., Sjoblom, K.L., Saxen, R., Aaltonen, H. and Taipale, T.K. (1987). Finnish studies on radioactivity in the Baltic Sea after the Chernobyl accident in 1986. Supplement 11 to Annual Report STUK-A55. Report No. STUK-A66. Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety, Helsinki, Finland.

PERIODO ZONA ELEMENTO SOSTANZA DOSE
1986 Mar Baltico Pesce Cs134 96 Bq/kg
1986 Mar Baltico Pesce Cs137 190 Bq/kg
1986 Mar Baltico Plancton Gross beta 2,600 Bq/kg
1986 Mar Baltico Plancton Np239 3,900 Bq/kg
1986 Mar Baltico Fucus vesiculosus I131 2,900 Bq/kg
1986 Mar Baltico Fucus vesiculosus Cs137 4,900 Bq/kg
1986 Mar Baltico Fucus vesiculosus Ru103 5,900 Bq/kg
1986 Mar Baltico Sedimento Pu239,240 4.3 Bq/kg

Fonte: Ilus, E., Sjoblom, K.L., Hannele, A., Klemola, S. and Arvela, H. (1987). Monitoring of radioactivity in the environs of Finnish nuclear power stations in 1986: Supplement 12 to annual report STUK-A55). Report No. STUK-A67. Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety, Helsinki.

PERIODO ZONA ELEMENTO SOSTANZA DOSE
1986 Centrali nucleari di Loviisa e Olkiluoto Deposito al suolo 131I 100,000 Bq/m2
1986 Loviisa  Muschio 137Cs 28,000 Bq
1986 Loviisa  Muschio 103Ru 18,000 Bq
1986 Loviisa  Muschio 89Sr 3,500 Bq
1986 Olkiluoto Deposito annuale 137Cs 23,000 Bq/m2

Fonte: Lang, S., Raunemaa, T. Kulmala, M. and Rauhamaa, M. (1988). Latitudinal and longitudinal distribution of the Chernobyl fallout in Finland and deposition characteristics. J. Aerosol. Sci.

PERIODO ZONA ELEMENTO SOSTANZA DOSE
Mag-Dic 1986 Finlandia Centrale Aghi di pino 137Cs 30,000 Bq/kg
Mag-Dic 1986 Finlandia Centrale Aghi di pino 141Ce 40,000 Bq/kg
Mag-Dic 1986 Finlandia Centrale Aghi di pino 103Ru 40,000 Bq/kg

Fonte: Puhakainen, M., Rahola, T. and Suomela, M. (1987). Radioactivity of sludge after the Chernobyl accident in 1986: Supplement 13 to Annual Report STUK-A55. Report No. STUK-A68. Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety, Helsinki.

PERIODO ZONA ELEMENTO SOSTANZA DOSE
Maggio 1986 Finlandia Fango di acque nere 131I 8,200 Bq/kg dry weight
Maggio 1986 Finlandia Fango di acque nere 103Ru 12,000 Bq/kg d.w.
Luglio-Agosto 1986 Finlandia Fango di acque nere 137Cs 12,000 Bq/kg d.w.
  • Il fango esaminato nel maggio 1986, contenente un grande accumulo di radionuclidi non avrebbe dovuto essere usato nei campi come agente di miglioramento.
  • Le zone di pioggia e di scolo avevano aumentato i livelli di contaminazione del fango.

Fonte: Rantavaara, A., Nygren, T., Nygren, K. and Hyvonen, T. (1987). Radioactivity of game meat in Finland after the Chernobyl accident in 1986: Supplement 7 to Annual Report STUK-A55. Report No. STUK-A62. Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety, Helsinki.

PERIODO ZONA ELEMENTO SOSTANZA DOSE
Giugno 1986 Finlandia Alci Cs137 1,610 Bq/kg
Settembre 1986 Finlandia Cervi bianchi Cs137 1,954 Bq/kg
Settembre 1986 Finlandia Lepri artiche Cs137 1,888 Bq/kg
Agosto 1986 Finlandia Goldeneye (uccello acquatico) Cs137 10,469 Bq/kg
Agosto 1986 Finlandia Teal (uccello acquatico) Cs137 6,666 Bq/kg

Fonte: Rantavaara, A. (1987). Radioactivity of vegetables and mushrooms in Finland after the Chernobyl accident in 1986: Supplement 4 to Annual Report STUK-A55. Report No. STUK-A59. Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety, Helsinki.

PERIODO ZONA ELEMENTO SOSTANZA DOSE
Mag.-Ott. 1986 Finlandia Vegetali a cespi Ru103 400 Bq/kg
Mag.-Ott. 1986 Finlandia Erba Te132 730 Bq/kg
Mag.-Ott. 1986 Finlandia Mirtilli Cs137 530 Bq/kg
Mag.-Ott. 1986 Finlandia Funghi Cs137 6,680 Bq/kg

Le grandi variazioni del fallout di Chernobyl si sono riflesse nelle grandi variazioni della contaminazione dei vegetali e dei funghi e con un range da bassa a moderata contaminazione in più specie, eccetto che nei funghi.

Fonte: Reponen, A., Jantunen, M., Paatero, J. and Jaakkola, T. (1993). Plutonium fallout in Southern Finland after the Chernobyl accident. J. Environ. Radioactivity.

PERIODO CITTA' ELEMENTO SOSTANZA DOSE
1986 Lieksa Deposito al suolo Pu239,240 17.93 Bq/m2
1986 Koylio Torba Pu239,240 1.779 Bq/kg
1986 Kankaanpaa Deposito al suolo Pu238 6.369 Bq/m2
  • Il plutonio derivato da Chernobyl si correla meglio con il gruppo non volatile che con quello volatile. Il gruppo volatile comprende i nuclidi 137Cs, 134Cs, 131I, 132Te; il gruppo non volatile 95Zr, 141Ce, e Chernobyl-Pu.

Fonte: Saxen, R. and Rantavaara, A. (1987). Radioactivity of fresh water fish in Finland after the Chernobyl accident in 1986: Supplement 6 to Annual Report STUK-A55. Report No. STUK-A61. Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety, Helsinki.

PERIODO ZONA ELEMENTO SOSTANZA DOSE
1986 Finlandia Persico Cs137 16,000 Bq/kg
1986 Finlandia Luccio Cs137 10,000 Bq/kg
1986 Finlandia Pesce bianco Cs137 7,100 Bq/kg
1986 Finlandia Abramide Cs137 4,500 Bq/kg
1986 Finlandia Vendace Cs137 2,000 Bq/kg
  • Le maggiori concentrazioni di radiocesio si sono avute nelle aree con il maggior fallout di Chernobyl.
  • Più piccolo è lo specchio d’acqua, più alta è la concentrazione di radioattività.

Fonte: Saxen, R., Taipale, T.K. and Aaltonen, H. (1987). Radioactivity of wet and dry deposition and soil in Finland after the Chernobyl accident in 1986: Supplement 2 to Annual Report STUK-A55. Report No. STUK-A57. Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety, Helsinki.

PERIODO ZONA ELEMENTO SOSTANZA DOSE
1986 Finlandia Deposizione al suolo Pu239,240 32 Bq/m2
1986 Finlandia Deposizione al suolo Sr89 7,200 Bq/m2
1986 Finlandia Deposizione al suolo Sr90 450 Bq/m2
  • Il nuclide alfa emettitore dominante è stato 242Cm, ma i livelli sono stati minimi, 0.02% del 137Cs; per il 239,240Pu, 0.01% del 137Cs.
  • Il fallout di Chernobyl si è distribuito irregolarmente in Finlandia: le variazioni del fallout di 137Cs vanno da un range di 140 Bq/m2 a 32,000 Bq/m2.

Fonte: Sinkko, K., Aaltonen, H., Mustonen, R., Taipale, T.K. and Juutilainen, J. (1987). Airborne radioactivity in Finland after the Chernobyl accident in 1986: Supplement 1 to Annual Report STUK-A55. Report No. STUK-A56. Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety, Helsinki.

Questo rapporto contiene i dati specifici del fallout radioattivo in tempo reale rispetto all’incidente di Chernobyl. Le concentrazioni rilevate depositate al suolo a Nurmijarvi il 28 aprile hanno raggiunto concentrazioni massime comprese fra 15.10 and 22.10; la registrazione effettuata dal Finnish Centre for Radiation and Nuclear Safety del passaggio della nube radioattiva di Chernobyl in questa località, è uno dei più importanti documenti nella letteratura della sorveglianza radiologica.
La concentrazione dei radionuclidi sottoelencati è in µBq/m3; i livelli di attività normale sono zero o solamente alcuni milioni di becquerel di attività nelle vicinanze delle centrali nucleari. L’uso della segnalazione in µBq/m3 congiuntamente alla raccolta di dati specifici del nuclide in tempo reale, piuttosto che come rilevazione media, illustra graficamente lo straordinario aumento e la caduta dei livelli di radioattività ambientale dei più importanti nuclidi di Chernobyl come pure l’effetto della nube in questa località.

Il Finnish Centre for Radiation and nuclear Safety ha documentato i seguenti livelli di attività al suolo a Nurmijarvi il 28 aprile 1986:

95Zr: 380,000 µBq/m3

99Mo: 2,440,000 µBq/m3

103Ru: 2,880,000 µBq/m3

106Ru: 630,000 µBq/m3

110mAg: 130,000 µBq/m3

115Cd: 400,000 µBq/m3

125Sb: 253,000 µBq/m3

Sb127: 1,650,000 µBq/m3

129mTe: 4,000,000 µBq/m3

131mTe: 1,700,000 µBq/m3

132Te: 33,000,000 µBq/m3

131I: 223,000,000 µBq/m3

133I: 48,000,000 µBq/m3

134Cs: 7,200,000 µBq/m3

136Cs: 2,740,000 µBq/m3

137Cs: 11,900,000 µBq/m3

140Ba: 7,000,000 µBq/m3

141Ce: 570,000 µBq/m3

143Ce: 240,000 µBq/m3

147Nd: 150,000 µBq/m3

239Np: 1,900,000 µBq/m3

  • Dopo le ore 22,10 del 28 aprile la concentrazione di questi nuclidi ha cominciato rapidamente a diminuire, raggiungendo, in alcuni casi, l’azzeramento in 24 ore; in altri casi, per alcune settimane, non si è raggiunto l’azzeramento; in altri casi, come per il cesio, sono continuati per tutta l’estate livelli compresi fra 100 e 300 µBq/m3.
  • Le due altre stazioni di segnalazione in Finlandia, ad Helsinki e Rovaniemi, con possibilità di controllo in tempo reale, hanno segnalato, durante il passaggio della prima nube, concentrazioni massime significativamente più basse dei radionuclidi di Chernobyl.
  • Comparando la concentrazione nell’aria del cesio-137 con le rilevazioni del 1988 del Riso National Laboratory in Danimarca si è avuto un picco aritmetico maggiore di 2.04 µBq/m3 in due località. Il maggior livello di stronzio-90 registrato in Danimarca da fallout di esperimenti militari all’inizio degli anni 60 era appena superiore a 1,000 µBq/m3 (micro becquerels per metro cubo).
  • Lo straordinario impulso del fallout di Chernobyl registrato a Nurmijarvi, ci ricorda che gli eventi del fallout sono costituiti non da un nuclide, ma da molti nuclidi; l’incidente di Chernobyl ha portato alla ribalta una intera serie di radionuclidi non familiari, che ora devono essere considerati, alla stregua dei più familiari radioiodio e radiocesio e sulla base della stima di grandezza dell’incidente di Chernobyl, nella valutazione degli incidenti nucleari.

Francia

Radionuclidi nei terreni delle coste mediterranee

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O CITTA' ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
28 Maggio 1986 Villefranche Foglie adulte Ru103 626 Bq/kg peso secco
28 Maggio 1986 Villefranche Foglie adulte Cs137 32 Bq/kg peso secco

Fonte: Thomas, A.J. and Martin, J.M. (1986). First assessment of Chernobyl radioactive plume over Paris.
Primo assestamento della nube radioattiva di Chernobyl sulla città di Parigi:

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O CITTA' ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
29/30 Aprile 1986 Paris Deposito al suolo Cs137 1,537 Bq/m2
29/30 Aprile 1986 Paris Acqua piovana Te132 7,400 Bq/l
29/30 Aprile 1986 Paris Acqua piovana Cs137 700 Bq/l
29/30 Aprile 1986 Paris Concentrazione dell'aria Pu239,240 0.004 mBq/m2

Germania

Assorbimento del Cs 134/137 nel terreno coltivato a cereali nella Swabia superiore e nella Reno-Vestfalia del nord (RFG):

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O REGIONE ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
1986 Swabia Deposizione al suolo Cs137 43,000 Bq/m2
1986 Swabia Paglia d'orzo Cs137 7.74 Bq/kg
1986 Swabia Orzo Cs137 3.26 Bq/kg

Da: Bunzl, K. and Kracke, W. (1988). Transfer of Chernobyl-derived 134Cs, 137Cs, 131I and 103Ru from flowers to honey and pollen.
Trasferimento di Cs134, di Cs137, di I131 e di Ru103 (Chernobyl-derivati) dai fiori al miele e al polline.

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O REGIONE ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
Maggio 1986 Germania Polline Cs137 +1,000 Bq/kg
Maggio 1986 Germania Miele I131 +14,000 Bq/kg
Maggio 1986 Germania Miele Ru103 +750 Bq/kg

L'attività di deposito principale si è verificata nel pomeriggio del 30 Aprile 1986: Cs137: 17.400 Bq/m2; I131: 85.000 Bq/m2 e Ru103: 24.000 Bq/m2.

Fonte: Elstner, E.F., Fink, R., Holl, W., Lengfelder, E. and Ziegler, H. (1987). Natural and Chernobyl-caused radioactivity in mushrooms, mosses, and soil-samples of defined biotops in SW Bavaria.
Radioattività dei funghi, dei muschi e dei campioni di terreno della Baviera.

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O REGIONE ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
Settembre 1986 Baviera Funghi Cs137 8,300 Bq/kg
Settembre 1986 Baviera Strati di muschio Cs137 12,370 Bq/kg
Settembre 1986 Baviera campioni di terreno Cs137 2,591 Bq/kg

Livelli di radioattività della città di Monaco di Baviera:

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O REGIONE ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
3 Giugno 1986 Monaco Cumul. deposito secco e umido Te132 120,000 Bq/m2
3 Giugno 1986 Monaco Cumul. deposito secco e umido I131 92,000 Bq/m2
3 Giugno 1986 Monaco Cumul. deposito secco e umido Cs137 19,000 Bq/m2
Maggio 1986 Monaco Muschio asciutto Cs134,137 30,000 Bq/kg
Maggio 1986 Monaco Carne del fawn Cs134,137 3,200 Bq/kg
30 Aprile 1986 Monaco Concentrazione dell'aria Gross beta 100 Bq/m3
30 Aprile 1986 Monaco Depositi sul terreno I131 85,000 Bq/m2
30 Aprile 1986 Monaco Depositi sul terreno Te132 102,000 Bq/m2

Grecia

Clicca qui per visualizzare la mappa del fallout radioattivo in Grecia

La contaminazione radioattiva del latte e dei suoi derivati:

PERIODO DI RILEVAZIONE ZONA O REGIONE ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
Maggio 1986 Spirus, Grecia Latte di pecora I131 18,000 Bq/l (486,000 pCi/l)
Maggio 1986 Spirus, Grecia Yogurt I131 6,000 Bq/kg (162,000 pCi/kg)

Fonte: Liritzis, Y. (1987). La precipitazione radioattiva di Chernobyl in Grecia ed i relativi effetti sui monumenti e i reperti archeologici:

PERIODO DI RILEVAZIONE LUOGO ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
2/6 Maggio 1986 Ptolemaida Deposito al suolo Cs137 19,000 Bq/m2
2/6 Maggio 1986 Ptolemaida Deposito al suolo Cs134 9,000 Bq/m2
2/6 Maggio 1986 Ptolemaida Deposito al suolo Ru106 12,000 Bq/m2
2/6 Maggio 1986 Megalopoli Deposito al suolo Ce104 4,000 Bq/m2

Fonte: Papastefanou, C., Manolopoulou, M. e Charamlambous, S. (1988). Le precipitazioni radioattive.

PERIODO DI RILEVAZIONE REGIONE O ZONA ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
5/6Maggio1986 Thessaloniki Dep.Tot.Precipitazioni Ru103 48,256 Bq/m2
5/6Maggio1986 Thessaloniki Dep.Tot.Precipitazioni I131 117,278 Bq/m2
5/6Maggio1986 Thessaloniki Dep.Tot.Precipitazioni Te132 70,700 Bq/m2
5/6Maggio1986 Thessaloniki Dep.Tot.Precipitazioni I132 64,686 Bq/m2
5/6Maggio1986 Thessaloniki Dep.Tot.Precipitazioni Cs134 12,276 Bq/m2
5/6Maggio1986 Thessaloniki Dep.Tot.Precipitazioni Cs137 23,900 Bq/m2
5/6Maggio1986 Thessaloniki Dep.Tot.Precipitazioni Ba140 35,580 Bq/m2
5/6Maggio1986 Thessaloniki Dep.Tot.Precipitazioni La140 15,470 Bq/m2

Fonte: Papastefanou, C., Manolopoulou, M. e Sawdis, T. (1989). Contaminazione da pioggie radioattive di muschi e licheni:

PERIODO DI RILEVAZIONE REGIONE O ZONA ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
1986 Grecia NordEst Licheni Cs 137 14,560 Bq/kg

Groenlandia

La nube radioattiva in Groenlandia, nelle settimane successive all’incidente, si è diffusa, attraverso l'America del Nord, in maniera uniforme su tutta l’isola. La presenza di Cesio134/137 si è riscontrata all'interno degli strati del ghiaccio in quantità pari ai 0,072 mCi/km2 e 0,22 mCi/km2.

Da: Pourchet, M., Pinglot, J.F. e Reynaud, L. (1988). Identificazione del fall-out di Chernobyl come nuovo livello di riferimento nei ghiacci dell'emisfero settentrionale.

PERIODO DI RILEVAZIONE REGIONE O ZONA ELEMENTO CAMPIONE SOSTANZE QUANTITA'
10-11 Maggio 1986 Austfonna, Greenland Neve Gross beta activity 8.84 Bq/kg
21 Maggio 1986 Mt. Mont Blanc Neve Gross beta activity 8.78 Bq/kg